Certo, leggendo i “Doveri delle spose” pubblicati da Famiglia Cristiana negli anni ’60, a noi laicissimi, a noi emancipati, a noi liberi moderni pensatori e padroni delle nostre vite alla pari rispetto all’altro sesso, viene proprio da ridere. O da indignarci. O da pensare a quanto eravamo retrogradi e che per fortuna questo Medioevo non esiste più. Eppure leggendo qua e là, soprattutto su qualche gruppo Facebook, o girovagando per alcune zone dell’Italia, e non parlo necessariamente del Sud, basta qualsiasi piccolo paese di provincia dove la mentalità è meno aperta rispetto alle grandi città, sono sicura che le cose non siano poi cambiate molto. Forse solo il punto 10 – “Schivare la famigliarità con altri uomini” – , offre invece ai tempi dell’amore virtuale e delle chat e di Tinder e di Gleeden eccetera, un brivido nuovo, una via di fuga da una gabbia più o meno dorata, più…

Può darsi che io sia nata nell’epoca sbagliata. Sin da piccola rimanevo incollata alla TV (in bianco e nero) a guardare quei meravigliosi film anni’50 dove le donne indossavano sempre la gonna e i guanti e gli uomini il cappello e l’impermeabile. C’era sempre quello di Natale, peraltro. Fred Astaire volteggiava con Ginger Rogers, Lauren Bacall viveva con Humprey Bogart una delle storie d’amore più belle della storia del cinema (nonostante i 25 anni di differenza d’età), Rita Hayworth faceva girare la testa al mondo intero. Mi sembravano, mi sembrano tuttora, uomini e donne veri e soprattutto bellissimi aldilà delle caratteristiche fisiche, e da grande avrei voluto essere anche io così. Erano bellissimi anche in jeans, anche in costume da bagno, persino in accappatoio. Erano belli sempre, punto. Certo, mi si potrebbe obiettare che i tempi sono cambiati e che oggi è più semplice andare a fare la spesa con…

Diciamocelo. Che cosa c’è di più sexy di una camicia bianca? Che tu abbia 23 anni o 92, che tu sia sportiva o ultra raffinata, la camicia bianca è quel capo che non può mancare nel tuo armadio. A meno che tu non sia una cougar leopardona, ma come già detto qui ci si rivolge alle donne “normali”. Io non seguo tantissimo le mode, probabilmente mi vesto più o meno allo stesso modo da quando avevo 19 anni a parte piccole eccezioni dettate dall’irreperibilità nei negozi di stili desueti (spalle imbottite, no spalle imbottite, vita alta, vita bassa, ora di nuovo vita alta, e così via). Ma non mi sono mai fatta mancare una camicia bianca. Perché, come si dice, sta bene con tutto. E se hai, che so, una riunione di lavoro, un aperitivo con le amiche, una serata al ristorante: LEI, la camicia bianca, ti risolve sempre tutto.…